La battaglia di una travel blogger amante del cibo

Una travel blogger amante del cibo contro gourmet, tataki e finta artigianalità

Ultimo aggiornamento:

La mia passione per i viaggi è sempre andata a pari passo con il mio grande interesse per la cucina. Ecco perché mi definisco una travel blogger amante del cibo. Non potrei mai definirmi una food blogger perché sono molto più brava a mangiare che a cucinare, anche se mi diletto sempre a riprodurre le ricette che incontro durante i miei viaggi. Continua a leggere

Programmare un viaggio

Perché utilizzo poco i siti turistici istituzionali quando organizzo un viaggio?

Ultimo aggiornamento:

In questo periodo sto iniziando ad organizzare i miei prossimi viaggi. Passo interi pomeriggi tra computer, guide di viaggio e quaderno per gli appunti costruendo itinerari, cercando alloggi e pianificando gli spostamenti. In tutto questo fare e disfare mi sono fermata un attimo e ho riflettuto sul fatto che in questa fase di programmazione utilizzo pochissimo i siti turistici istituzionali. Ovvero i siti ufficiali di marketing territoriale che si occupano di promuovere una determinata destinazione, sia essa una città, una regione o uno stato. E non credo di essere l’unica. Perché succede questo quando proprio questi siti dovrebbero essere i principali referenti per una specifica località turistica? Continua a leggere

Il mio personale anno sabbatico

Programmi di viaggio, pianti e pannolini: il mio insolito anno sabbatico

Ultimo aggiornamento:

Oggi ti voglio raccontare un po’ di me, di come ho lungamente programmato il mio anno sabbatico e di come ho dovuto rivedere i miei piani. Anche questo fa parte del gioco. Non  ho mai  voluto una vita pianificata e quindi non mi posso lamentare di fronte agli imprevisti. Quando poi gli imprevisti sono rappresentati da una gravidanza e dal conseguente arrivo di un esserino di tre chili e mezzo non posso far altro che sorridere. Continua a leggere

Cosa vuol dire sposare una travel blogger

Cosa significa sposare una travel blogger. Lettera aperta ad un marito.

Ultimo aggiornamento:

Travel blogger. Per alcune di noi questo termine rappresenta una professione, per altre una passione. Quello che però si nasconde dietro a queste due parole e che ci accomuna è la passione per i viaggi e per il racconto. Non solo amiamo alla follia viaggiare, ma allo stesso modo amiamo raccontare le nostre avventure. Non importa che siano viaggi a corto o lungo raggio, viaggi avventura o crociere super lusso. Noi ci sentiamo vive solo all’idea di partire, di vedere qualcosa di nuovo e di fare esperienze mai provate prima. Continua a leggere

Il mercato galleggiante del delta del Mekong

Perché viaggiare? Riflessioni domenicali di una travel blogger

Ultimo aggiornamento:

Perché viaggiare? Sono una malata di viaggi e questa non è una novità. L’unica cura per la mia malattia è preparare un bagaglio e mettermi in viaggio. Solo l’idea di iniziare a pensare alla prossima meta mi mette di buon umore. Il viaggio (e la sua organizzazione) senza dubbio hanno su di me un effetto terapeutico. Ma cos’è che mi porta a partire? Continua a leggere

Blogger Recognition Award

Blogger Recognition Award: ma che davvero?

Ultimo aggiornamento:

Grazie per il Blogger Recognition Award! Dopo lo stupore e il piacere nello scoprire di essere stata nominata, devo dire grazie di cuore a chi ha pensato a me e al mio giovanissimo blog per questo riconoscimento. In particolare il mio grazie è moltiplicato per 4: il primo a Carmen di Viaggiatrice da grande il secondo a Silvia di The Food Traveler  il terzo a Laura di Viaggiare con Laura il quarto a Simona di Ci vediamo a cena Continua a leggere

Escursione in barca da Krabi

Ode alla bassa stagione

Ultimo aggiornamento:

Reduce da un breve soggiorno in un’affollatissima Siviglia, ho realizzato che non sono più abituata a viaggiare in alta stagione. In realtà non lo sono mai stata. Ho sempre lavorato nel settore ricettivo (dalle stagioni in hotel alla consulenza alberghiera). Per cui sono sempre stata abituata a viaggiare in bassa stagione e a lavorare quando gli altri normalmente vanno in vacanza. Continua a leggere