Le cucine del mondo che vorrei provare

4 cucine del mondo che mi incuriosiscono e che vorrei provare

Quando inizio a programmare un nuovo viaggio, oltre alle cose da vedere, dedico sempre molto tempo a studiare la gastronomia locale. Non solo dove mangiare, ma soprattutto cosa mangiare e anche cosa bere. Le cucine del mondo hanno sempre saputo destare il mio interesse. A partire dalla cucina italiana, con la quale sono cresciuta e che adoro in tutte le sue declinazioni regionali. A seguire con quella spagnola (la mia seconda casa nel mondo) e tutte quelle incontrate durante i miei viaggi. Ci sono però alcune cucine etniche che non ho avuto ancora modo di assaggiare sul posto, ma che solleticano la mia curiosità.

La prima delle cucine del mondo che vorrei provare:  Singapore

La cucina di Singapore

Laksa, un piatto tipico della cucina di Singapore

Singapore è una metà presente da molto nella lista dei luoghi che vorrei visitare. Questa città-Stato del Sudest asiatico mi incuriosisce per la sua vivacità e multiculturalità che si riflette perfettamente anche nella sua cucina. I piatti tipici di Singapore sono ricchi di contaminazioni della vicina Malesia, delle Cina, dell’India e dei Paesi europei (Portogallo, Olanda, Francia e Inghilterra) che tra il sedicesimo e diciottesimo secolo hanno colonizzato questa terra.

A Singapore è lo street food a farla da padrone. Meglio se consumato in un hawker center, ovvero un complesso di bancarelle che cucina ogni sorta di prelibatezza. Ma non si parla di street food qualsiasi, ma di un cibo da strada di altissima qualità. Tanto che nel 2016 una di queste bancarelle (la Hong Kong Soya Sauce Chicken Rice and Noodle) è stata insignita della stella Michelin per il suo pollo alla salsa di soya.

Inutile dire che vorrei assaggiare tutti i piatti della cucina di Singapore. Se però ne dovessi scegliere solo tre allora non avrei dubbi. Per primo proverei il granchio al chili cucinato in una gustosa salsa a base di pomodoro, uova e peperoncino. Poi assaggerei la laska, una zuppa piccante a base di latte di cocco e noodles a cui si sposano carne, pesce o uova. Infine non potrei partire senza aver provato il Char Kway Teow, ovvero spaghetti di riso saltati in padella con tutta una serie di ingredienti che creano un piatto ricco e  gustoso.

La seconda delle cucine del mondo che vorrei provare:  Marocco

Le cucine del mondo che vorrei provare: la cucina marocchina

Alcune specialità della cucina marocchina

Nonostanti gli undici anni vissuti in Andalusia, non sono mai riuscita a visitare il Marocco. Ne ho solo percepito l’influenza tra le strade del Albayzin di Granada, visitando l’Alcazar di Siviglia o “tapeando” con i pinchos morunos ovvero piccoli spiedini di carne conditi con una gustosa miscela di spezie.

Spezie che non mancano di certo nella cucina marocchina, sempre accompagnate da una notevole varietà di verdure crude e cotte e dalla carne o dal pesce. Sicuramente questa cucina viene per lo più associata al cous cous e alla tajine, due preparazioni conosciutissime in tutto il mondo.

Io però vorrei provare la cucina marocchina più verace, quella consumata nei mercati o nelle case private. Già mi sembra di gustare il sapore delle olive, la frutta secca, i datteri e la carne di agnello. Per finire poi il pasto con un immancabile tè verde alla menta.

La terza delle cucine del mondo che vorrei provare:  Messico

Le cucine del mondo che vorrei provare: Messico

Tacos messicani

Tra le cucine del mondo, la cucina messicana secondo me è una di quelle più sottovalutate. La causa di questo mancato riconoscimento di importanza è data proprio dalla diffusione di uno stereotipo di cucina messicana che possiamo ritrovare in tutte le catene di fast food tematici o nella quasi totalità dei ristoranti all’estero. Spesso inoltre si incorre nell’errore di confondere la cucina messicana con la cucina tex-mex, ovvero la cucina degli stati sud-orientali degli Stati Uniti.

Il mio intento in un prossimo viaggio vorrebbe essere, oltre a quello di scoprire questa bellissima terra, quello di conoscere i piatti messicani autentici. Il Messico si estende su di un amplissimo territorio e la sua cucina riflette molto le diversità regionali. Ciò che accomuna però questa cucina è la varietà e la freschezza degli ingredienti: un’infinità di verdure, la varietà delle carni, le spezie e l’immancabile peperoncino si combinano per dare vita a dei piatti dal sapore intenso.

La quarta delle cucine del mondo che vorrei provare:  Corea

La cucina coreana

Il bibimbap, una specialità della cucina coreana

Dopo aver visitato lo stand della Corea all’Expo di Milano sono rimasta affascinata dalle tecniche di fermentazione utilizzate nella cucina di questo Paese per trattare gli alimenti e fare in modo che esprimano la loro vera essenza.

Da qui è nata la mia curiosità verso la cucina coreana che ho avuto modo di assaggiare solo una volta ma che ha saputo lasciare un segno. Si tratta di una cucina basata molto sulle verdure e sul riso, a cui possono poi venire aggiunti o il pesce o la carne. Ma il tratto caratterizzante sono proprio gli alimenti fermentati che possono essere usati come condimenti (primi tra tutti il doenjang, una pasta di fagioli di soia fermentati e il gochujang, un condimento a base di peperoncini piccanti fermentati) o come contorni nel caso del kimchi (verdure fermentate con spezie).

Il piatto della cucina coreana che stuzzica la mia curiosità è però il bibimbap, un piatto unico di riso (o altro cereale) e verdure,  a cui possono venire aggiunte uova, carne di manzo o pollo, pasta di peperoncino, olio di semi di sesamo e salsa di soia. Interessantissima la varietà delle verdure utilizzate: funghi, zucchine, cetrioli, daikon coreano, alghe, germogli di soia e steli di felce.

Ecco queste sono le quattro cucine del mondo che vorrei proprio provare. Se invece vuoi saperne di più quelle che ho già provato non perderti i miei articoli dedicati alla cucina thailandese, alla cucina vietnamita, alla cucina peruviana, alla cucina inglese e alla cucina laotiana.

Se invece vuoi sostenere la mia battaglia per la sopravvivenza dell’autentica cucina italiana, viene a leggere questi articoli dedicati a: Come ti uccido la cucina italiana, Una travel blogger amante del cibo contro gourmet, tataki e finta artigianalità e Vivere in Spagna: come ti uccido la pizza.

30 pensieri su “4 cucine del mondo che mi incuriosiscono e che vorrei provare

  1. roberto scrive:

    Ciao Raf, e complimenti per l’articolo…ti avviso che in Mexico io ho mangiato le cavallette..(le vendono agli angoli delle strade) con una spruzzatina di limone. Non le trovi al ristorante ma…temo che sarà il cibo del futuro. By da Verona.

    • rafaroundtheworld scrive:

      Dicono che siano molto nutrienti! Io non le ho ancora incontrate sulla mia strada, ma se ne avessi l’occasione credo che le assaggerei…Ma fritte o alla griglia? Personalmente le vedo meglio fritte! 🙂

  2. roberto scrive:

    Ti confermo che non erano cotte,,,ma erano crude e secche…sembravano croccantini. Forse ci voleva una salsa al posto del limone……ad ogni caso sono da provare. By-by.

  3. Laura - Italians VS The World scrive:

    In Corea del Sud ho mangiato divinamente! Il bibimbap è stato proprio il primo “pranzo” che ho fatto a Seul. Ma c’è davvero tanto altro, soprattutto lo street food è straricco di piatti economici e deliziosi. I miei preferiti sono stati i tteokbokki, gnocchi di riso saltati in una salsina piccante spesso accompagnati a tortine di pesce!
    Tra quelle che hai nominato, invece, vorrei proprio assaggiare la cucina messicana!!

  4. Silvia - The Food Traveler scrive:

    Di queste ho provato la cucina messicana a Puebla, ed è completamente diversa da come me la aspettavo, nel senso che fino a quel momento avevo provato la versione tex mex e non c’è paragone. C’è però una cosa che non ho avuto il coraggio di assaggiare: le cavallette, anche perché io ho il terrore degli insetti quindi non potrei mai mangiarli 😱

  5. Roberta scrive:

    Se ne dovessi scegliere una, in base a quello che hai scritto tu, sceglierei la cucina coreana. Poi quella di Singapore. In effetti, amo la cucina asiatica, leggera e buonissima allo stesso tempo. Per ora lasciamo che questi desideri ci stuzzichino la fantasia…

  6. Claudia scrive:

    Delle 4 cucine che vorresti provare ne ho provate 2: quella marocchina e quella coreana e ti dico che sono entrambe molto buone! Quella che preferisco delle due è la marocchina soprattutto per i dolci, che adoro, quella coreana soprattutto per la carne! Per me una delle migliori al mondo, dopo la cucina italiana e quella spagnola, direi la cucina peruviana!

  7. Sara scrive:

    Fra tutte le cucine che hai menzionato, quella che mi manca ancora è la cucina coreana. La Corea era fra le prime posizioni della mia bucket list quando è scoppiato tutto questo. La cucina marocchina, quella verace, quella che si consuma nelle case, se vuoi provarla se vuoi ti invito da me 🙂 mio marito è marocchino e adora cucinare i piatti della sua famiglia!

  8. Dani scrive:

    Adoro assaggiare i piatti della cucina locale quando visito un Paese. La cucina marocchina mi è piaciuta tantissimo, ricordo ancora una buonissima tajine di cammello.

  9. ANTONELLA MAIOCCHI scrive:

    Bello il tuo viaggio culinario! Ho adorato la cucina marocchina mentre per quello che riguarda il Messico hai ragione la moda di alcuni anni fa ne ha snaturato l’identità, ma sinceramente non ho ricordi di piatti particolarmente meritevoli.

  10. Daniela - The DAZ box scrive:

    A Vancouver c’è una folta comunità coreana, tanto è vero che c’è una zona della città in cui si trovano solo ristoranti coreani, i cui cuochi sono, ovviamente, rigorosamente coreani. È lì che ho potuto provare per la prima (ed unica) volta quella particola cucina. Curioso no?!

  11. Valeria scrive:

    Tra le cucine citate, la mia preferita è quella marocchina: adoro il tajine di pollo. In Messico, dopo un po’ di giorni, soffro il “troppo piccante” della cucina. In merito alla Koreana, sono stata troppo poco a Seoul per averne un’opinione, sono ancora ferma al “cercare di capire come e cosa ordinare”!

  12. Paola scrive:

    Le condivido quasi tutte, forse quella coreana un po’ meno. Quella messicana l’ho provata in locali tipici, ma non sul posto, ed è quella che mi incuiosisce di più. Sono certa mi farebbe impazzire.

  13. fassirelliderica Assirelli scrive:

    Personalmente ho provato la messicana e, a parte i piatti troppi piccanti, mi piace molto. Buona anche quella di Singapore, anche se quando sono andata vivevo in Thailandia e quindi molti sapori erano simili. Non ho mai invece provato quella marocchina e quella coreana, ma mi attira più la prima!

  14. Fabiana scrive:

    Ho adorato quella marocchina, ma vorrei al più presto provare quella coreana autentica. Proprio in Korea era prevista la nostra vacanza di agosto..ripiegherò sul nostro ristorante koreano preferito qui a Torino, ma non so dirti se sarà proprio come la cucina tradizionale sul posto

  15. Veronica Grossi scrive:

    Tra le 4 cucine ho avuto modo di assaggiare solo quella messicana. Approvatissima! Burritos. tacos, frutti di mare, piccante a più non posso, riso, carne. E’ tutto ottimo. Anche la cucina ha svolto un ruolo fondamentale nel viaggio che ho fatto 3 anni fa. Stupendo!

  16. mery_worldwide scrive:

    Ho provato tutte e quattro le cucine di cui hai parlato. La mia preferita, tra quelle che hai citato, è quella marocchina. In assoluto invece quella thai. Se poi devo dirne una che mi piacerebbe provare… Quella etiope!

Dimmi la tua

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.