Cosa vedere a Venezia

La Venezia dei Veneziani: cosa fare a Venezia fuori dalle rotte turistiche

Parlare della Venezia autentica senza essere veneziana potrà sembrare una presunzione. Non solo, ma raccontare di cosa fare a Venezia fuori dalle rotte turistiche sembrerà quasi un’impresa  impossibile.

Eppure per lavoro ho vissuto in questa città unica e ho cercato di utilizzare al meglio il mio tempo libero per scoprirla. Ho prima di tutto seguito gli itinerari classici, alla ricerca del bello: Piazza San Marco, il Palazzo Ducale, la Basilica di San Marco, il Ponte di Rialto, la Galleria dell’Accademia. Quindi ho approfondito con le Chiese, i Musei, le piazze “minori” e altri edifici storici.

Alla fine, ho voluto scoprire l’autenticità e quindi ho vissuto Venezia andando a fare la spesa, sbrigando commissioni e uscendo con gli amici. Ho scoperto una Venezia che mai avevo colto durante le mie gite da turista e che oggi  voglio condividere qui nel mio blog.

Cosa fare a venezia: Il ghetto ebraico

Cosa fare a Venezia: il ghetto ebraico

Cosa fare a Venezia: il ghetto ebraico – Foto by G.dallorto (Own work)

Il ghetto di Venezia è un piccolo gioiello nel Sestiere di Cannaregio. Sorge su una piccola isola circondata da canali e ha come accesso due ponti, in passato chiusi da cancelli.  Certo non si può proprio dire che non sia un luogo turistico, trovandosi a pochi passi da quell'”autostrada” che è Strada Nova, ma ha saputo conservare un’atmosfera diversa, coinvolgente e ricca di storia. Si tratta del ghetto più antico d’Europa e a tutt’oggi è il punto di riferimento della comunità ebraica locale con un museo, due sinagoghe e altri edifici istituzionali.

In particolare ho adorato sedermi in Campo del Ghetto Novo e osservare la gente passare o leggere un libro godendomi la tranquillità dl luogo. Per i più curiosi e golosi, nel ghetto c’è la possibilità di mangiare kosher nel ristorante o provare pane e dolcetti della tradizione ebraica nel panificio.

Cosa fare a Venezia: Il mercato di Rialto

Cosa fare a Venezia: la pescheria di Rialto

Cosa fare a Venezia: la pescheria di Rialto

Nonostante si affacci sul Canal Grande e sorga a poca distanza dal Ponte di Rialto, la Pescheria di Rialto e più in generale la zona che le si sviluppa attorno (il mercato della frutta e verdure nell’erbaria e quello della carne nelle beccarie) ha saputo conservare l’autenticità veneziana.

La loggia che ospita questo mercato è stata costruita in stile neogotico agli inizi del 1900 e dona al luogo molto fascino. I veneziani, i turisti e i curiosi come me che visitano ogni giorno il mercato gli fanno a pieno diritto guadagnare il titolo di cuore pulsante di Venezia.

A me passeggiare tra i banchi di questo mercato mette allegria. Come dicevo l’intera zona attorno al mercato è molto autentica e piacevole, tanto che ci sono diversi bacari economici dove prendere uno spritz e un cicchetto. Non sapete di cosa sto parlando? Andate subito a leggere il mio articolo dedicato a dove mangiare a Venezia!

cosa fare a venezia: La Giudecca

Cosa vedere a Venezia: l'Isola della Giudecca

Cosa fare a Venezia: l’Isola della Giudecca

L’Isola della Giudecca viene spesso citata nei percorsi turistici per la Chiesa del Redentore, il Molino Stucky o l’emblematico Hotel Cipriani.

In realtà io trovo che questa isola rappresenti la quintessenza della venezianità. Tagliata fuori dai principali percorsi turistici, la Giudecca è un quartiere dove vivono i Veneziani.

Passeggiare per queste calli e curiosare tra gli scorci di finestre e giardini permette di carpire i segreti degli abitanti locali. Non solo, ma da quest’isola potrete godere di una vista da cartolina su Piazza San Marco e Palazzo Ducale.

cosa fare a venezia: Campo Santa Margherita

Cosa fare a Venezia: Campo Santa Margherita - foto by Andrea Castelli (Flickr)

Cosa fare a Venezia: Campo Santa Margherita – foto by Andrea Castelli (Flickr)

Il Campo Santa Margherita è situato nel sestiere di Dorsoduro. Rappresenta il luogo di ritrovo per eccellenza degli studenti universitari, ma non solo.

Grazie ai suoi locali con le terrazze, qui è molto piacevole (e accessibile) fermarsi a bere qualcosa e godere un po’ dell’atmosfera veneziana. Di giorno troviamo bambini che giocano, anziani seduti sulle panchine e persone che comprano pesce e frutta nei piccoli negozi locali. Di sera, invece, la zona si anima fino a divenire uno dei luoghi più vivi della città.

cosa fare a venezia: Viale Garibaldi e la Serra dei Giardini

Cose fare a Venezia: la Serra dei Giardini - Foto presa da http://www.serradeigiardini.org

Cose fare a Venezia: la Serra dei Giardini – Foto presa da http://www.serradeigiardini.org

Dietro Viale Garibaldi si nasconde la Venezia che non ti aspetti. Una Venezia colorata e popolare nel vivace sestiere di Castello.

Viale Garibaldi è una via larga e lunga (per essere a Venezia) lungo la quale sorgono negozi di ogni tipo, bar e ristoranti.Al mattino qui si tiene un colorato mercato della frutta e della verdura animato dagli abitanti locali che in questo angolo di città sono numerosi e anche molto autentici.

Viale Garibaldi sembra condurci verso l’entrata dei Giardini Pubblici, ma è proprio qui che troviamo una sorpresa: la Serra dei Giardini. Il Comune di Venezia recentemente ha restaurato questa antica serra costruita nel 1894 e ne ha affidato la gestione a una cooperativa per creare uno luogo vivibile e rilassante per i cittadini. Attività culturali, laboratori didattici ed eventi musicali animano questo spazio che tra serra e giardino ospita anche una caffetteria e una fioreria. Tutte le volte che ci sono andata ho sempre trovato un’atmosfera accogliente e tranquilla, lontanissima anni luce (ma vicinissima geograficamente) dalla folla di Piazza San Marco.

cosa fare a venezia: L’esperienza della gondola traghetto

Cosa fare a Venezia: utilizzare il traghetto

Cosa fare a Venezia: utilizzare la gondola traghetto

Non puoi dire di aver sperimentato la venezianità, se non hai mai utilizzato una gondola traghetto. Ti sei mai chiesto come fanno i Veneziani ad andare da una parte all’altra del Canal Grande di Venezia se non sono vicini a uno dei quattro ponti? Facile, utilizzano la gondola traghetto.

In diversi punti del Canal Grande (distanti dai Ponti) è possibile passare da una riva all’altra utilizzando una gondola manovrata da due gondolieri che fanno la spola tra le rive. Il prezzo è di meno di un Euro per i locali e 2 Euro per i turisti. La Gondola può portare fino a 14 persone.

Se vuoi provare l’emozione di salire su una gondola, senza spendere un capitale, questa è l’esperienza che fa per te.

Che ne dici dei miei luoghi autentici di Venezia? Ti ho convinto o quantomeno incuriosito a visitare questa meravigliosa città in un modo diverso? Fammi sapere se anche tu hai dei luoghi del cuore a Venezia, perché sono davvero curiosa di scoprirli.

Bus Aeroporto Treviso Venezia

30 pensieri su “La Venezia dei Veneziani: cosa fare a Venezia fuori dalle rotte turistiche

  1. Valeria ha detto:

    Abito molto vicina a Venezia e confermo che questi sono i posti dove amo andare a passeggiare, fuori dagli itinerari turistici 🙂

  2. claudiaegabri ha detto:

    Adoro Venezia ma anche io quella non turistica infatti ogni volta che andiamo ci piace perderci nei vicoli, basta lasciare la via trafficata piena di turisti per ritrovarsi in un luogo magico e silezioso.

  3. ioviaggiocosi ha detto:

    Dai ma è davvero stupendo questo post.. voglio tonare a Venezia e farla vedere per la prima volta al mio compagno, ma senza proporre le solite cose turistiche.. grazie per le informazioni! 😉

  4. VagabondaInside ha detto:

    da veneta e da amante di Venezia vorrei dirti Grazie perchè sei riuscita in questo post a descriverla perfettamente. Con particolarità e curiosità che sono fuori dai soliti e classici post e mappe turistiche

  5. Alessia ha detto:

    Che bella Venezia… Ci andai in gita con le superiori e ne conservo un bellissimo ricordo. Mi hai fatto venire voglia di tornarci.. Da adulta mi sa che sarà ancora più affascinante.

  6. Giovy Malfiori ha detto:

    Campo Santa Margherita è uno dei miei posti preferiti a Venezia. Come il Ghetto. Se vuoi davvero stare fuori dalle rotte turistiche, prova a esplorare Santa Marta.

    • rafaroundtheworld ha detto:

      Grazie per il consiglio! Santa Marta la conosco poco, ci sono passata solo di fretta, ma ricordo che le sue case popolari con i panni stesi mi trasmisero uno spirito veneziano di tempi lontani.

  7. Valentina Capelli ha detto:

    Che bel racconto, hai saputo proprio tirare fuori angoli di una Venezia autentica e local! Adoro Campo Santa Margherita e il ghetto ebraico! Venezia è tutta da scoprire e la sua vera essenza sta proprio nei posticini più segreti.

  8. rosy ha detto:

    Quanti bei posti interessanti, ad esempio non sapevo che c’era un quartiere ebraico. Poi mi sono persa il mercato di Rialto, e io adoro i mercati devo rimediare assolutamente!

  9. robisceri ha detto:

    Articolo perfetto! Finalmente una Venezia diversa, che anche io ho avuto modo di sperimentare in tre mesi. Splendido il ghetto, splendido tutto. Ma io sono di parte:Venezia è la mia città preferita al mondo! Unico neo: mai provata la gondola

  10. Viaggiare con Laura ha detto:

    Ho scritto anche io un articolo su Venezia Insolita, ma qui citi cose che comunque non conosco (anche perchè non ci ho mai vissuto). La gondola traghetto per esempio è da sperimentare! La Giudecca ce l’ho in lista da un po’….ma l’ultima volta mi sono concentrata su Burano….sarà per la prossima volta! Ciao Raf!!

  11. iltuopostonelmondo ha detto:

    Quest’anno tornerò a Venezia (che bello *-*) e ho proprio voglia di riscoprirla come si deve (l’ultima volta era Carnevale quindi ti lascio immaginare il caos).
    Ho preso appunti su tutti i tuoi consigli, non mi sono lasciata sfuggire nulla!

    • rafaroundtheworld ha detto:

      Davvero? Interessante l’ebook! …e avresti altri posti insoliti di Venezia da suggerirmi? Dopo aver scritto l’articolo mi è venuta in mente anche Punta della Dogana, adoravo stare sudata là con un buon libro!

  12. Katja ha detto:

    A Venezia ci ritorno sempre volentieri: ogni volta che vado a vivere all’estero, è la città che mi manca di più.

    Per fortuna è una città che posso visitare in giornata e mi sono “obbligata” una tappa a Venezia almeno una vita all’anno!

  13. Jessica ha detto:

    Non avevo mai sentito parlare della gondola traghetto! Grazie per averlo scritto. E anche per tutti gli altri spunti. Ho visitato una sola volta Venezia, in occasione del carnevale, ed era un vero delirio! Anche a me piace allontanarmi qualche volta dalle mete turistiche, per vivere al meglio la città.
    Bell’articolo, complimenti! 😊

Dimmi la tua

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.