I musei di Milano in cui non mi stancherei mai di tornare

Milano è una città viva ed elegante: a questa conclusione ci sono (ahimè) arrivata un po’ in ritardo ed ora sto cercando di rimediare tornandoci ogni volta che mi si presenta l’occasione.

Complici Easy Jet e Ryanair che con i loro voli low cost collegano Milano con Malaga, per me è molto facile organizzare questa gita “fuori porta”. Ecco allora che inizio a pensare cosa visitare a Milano,  dove non sono ancora stata e dove ritorno sempre volentieri.

Lo confesso: sono un animale da museo, mi piace andarci più da sola che in compagnia, mi piace immergermi nell’atmosfera delle sale, indossare le cuffie di un’audioguida e iniziare un viaggio magico. Milano si presta perfettamente a questo mio desiderio di evasione e così ecco che ci sono dei musei dove proprio non riesco a non tornare. Vediamoli.

Museo del Novecento
Palazzo dell’Arengario – http://www.museodelnovecento.org/it/
Questo museo, come dice già il nome, ospita un’ampia collezione di arte italiana del XX secolo. Adoro l’architettura degli spazi espositivi: le vetrate che si affacciano su Piazza Duomo, la rampa a chiocciola che ti porta a una delle opera più emblematiche della collezione (il Quarto Stato di Pellizza da Volpedo), il neon di Fontana che si rispecchia nelle forme gotiche del Duomo, il continuo dialogo tra forme classiche e materiali moderni. Considerato il modico prezzo del biglietto (5 euro) e la possibilità di entrarci gratuitamente a partire da due ore prima della chiusura del museo e ogni martedì dalle ore 14.00, io ne approfitto ogni volta anche solo per farci una brave passeggiata all’interno.

 


Triennale Design Museum

Palazzo della Triennale – http://www.triennale.org/design_museum/
Un museo relativamente giovane (nasce nel 2007), nasce nell’ambito della Triennale per valorizzare, conservare e spiegare il design attraverso gli oggetti e le persone che lo hanno reso famoso negli anni. Io ci torno sempre molto volentieri perché è un museo in divenire in quanto con cadenza annuale cambia format e si rinnova sia nei temi trattati che negli spazi espositivi. Quando ci sono stata lo scorso anno, il tema era “Cucine & Ultracorpi” e raccontava la trasformazione degli utensili da cucina in macchine e ultracorpi. Attualmente invece il tema sviluppato è “Giro Giro Tondo”, un viaggio nel design degli oggetti dedicati all’infanzia. Di più non ho voluto leggere, ma ve ne racconterò dopo averlo visitato.

 


Hangar Bicocca
Via Chiese 2 – http://www.hangarbicocca.org
Si tratta di uno spazio espositivo di arte contemporanea che nasce all’interno di un edificio industriale dell’Ansaldo-Breda. Questo spazio d’arte contemporanea mi ha conquistata per la maestosità dei suoi spazi espositivi, per la bellezza delle sue installazioni permanenti (imperdibili I Sette Palazzi Celesti di Anselm Kiefer) e per le interessanti mostre temporanee. Quest’anno per esempio vorrei proprio visitare la mostra Ambienti dedicata a Lucio Fontana. Da non sottovalutare nemmeno lo Iuta Bistrot che vi si trova all’interno, ottimo per un aperitivo o uno spuntino veloce.

 


Pinacoteca di Brera

Via Brera – http://pinacotecabrera.org/
Un classico, una collezione d’arte antica e moderna di immenso valore. La Pinacoteca di Brera è un must sia tra gli amanti dell’arte che tra i turisti, qui infatti sono custoditi alcuni dei capolavori dell’arte italiana. Io mi ci perdo ogni volta tra Caravaggio, Mantegna, Tiziano, Piero della Francesca, Raffaello….e potrei continuare così per molto. L’esposizione è molto estesa, quindi l’ideale sarebbe dedicare diverse visite concentrandosi su artisti o epoche particolari. Si entra gratuitamente ogni prima domenica del mese e alcune sere del mese (il martedì) con biglietto ridotto.

Ecco vi ho confessato le mie debolezze in tema di musei milanesi. Questo non vuol dire che io non ami il Cenacolo Vinciano o il Museo di Palazzo Reale, ma forse sono spazi talmente frequentati dal turismo di massa che perdono un po’ della loro magia.

Che ne pensate? Avete altri luoghi di questo genere da suggerirmi?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

6 pensieri su “I musei di Milano in cui non mi stancherei mai di tornare

  1. Gipsy ha detto:

    bhe hai scelto i musei top di milano, io per nostalgia dalle elementari aggiungo il museo della tecnica e il museo di storia naturale. devo dire che quest’ultimo è messo malissimo ma io ci vado sempre con affetto. ti segnalo poi i musei del Castello Sforzesco e l’Acquario civico di Milano, l’acquario raccoglie alcune vasche con pesci italiani, è piccolo ma carino. e poi ovviamente l’osservatorio astronomico di Brera!

    Liked by 1 persona

    • Raf ha detto:

      Ecco…sei contenta?!? Ora mi hai messo nei guai….programmavo di tornare a Milano il mese prossimo per 3-4 giorni ed ora dovrò fermarmi almeno il doppio 😉 Grazie mille per i suggerimenti, l’acquario, il museo di storia naturale e l’osservatorio astronomico in effetti mancavano dalla mia lista…Mi piace tantissimo l’idea che ci siano dei posti che visitiamo per nostalgia dell’infanzia, questa tua frase mi ha riportato alla mente due o tre luoghi che appena metto piede in patria natia (il Friuli) voglio assolutamente rivedere. Buona settimana!

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...