Gand

Alla scoperta di Gand (o Gent)

Prendiamo due amiche di lunga data che vogliono passare qualche giorno assieme. Diciamo che queste due amiche sono alla ricerca di un viaggio tranquillo, che non richieda grandi programmazioni, ma che sia interessante e offra anche la possibilità di mangiare e bere bene (ahimè queste due amiche sono pure viziatelle). Consideriamo che una vola da Malaga e l’altra da Treviso. Facciamo coincidere ragionevolmente prezzo, ora di arrivo e ora di partenza del volo. Dove sono finite le nostre eroine? Facile: Santa Ryanair ci ha portate in Belgio!

L’itinerario

Gand

Gand

Per la nostra vacanza di 5 giorni in Belgio abbiamo scelto di passare 4 notti nella splendida Gand. Per ragioni logistiche l’ultima notte l’abbiamo passata a Bruxelles. Col senno di poi, essendo io già stata a Bruxelles e non avendola trovata entusiasmante, avremmo potuto spendere tutte le notti a Gand. Da lì fare un’altra escursione giornaliera, oltre a quella che abbiamo fatto a Bruges, per vedere Anversa. Ma si sa, un viaggio è bello perché può sempre essere corretto e magari rifatto 😉

Dove alloggiare

Passeggiando per Gand

Passeggiando per Gand

Veniamo a Gand. Abbiamo soggiornato all’Ibis Gent Centrum St. Baafs Kathedraal, un hotel moderno ed essenziale che gode di una posizione privilegiata a pochi passi dalla Cattedrale. Questo ci ha permesso di scoprire comodamente la città a piedi e viverne l‘atmosfera nelle diverse ore del giorno, dalla brulicante folla mattutina alla movida notturna.

Cosa fare a Gand

Canale a Gand

Canale a Gand

  • Abbiamo camminato, camminato e camminato per visitare i principali monumenti: la cattedrale di San Bavone (con all’interno il famosissimo Polittico dell’Agnello Mistico del maestro fiammingo Van Eyck); il Belfort, la torre civica dalla quale è possibile godere di un bel panorama sul centro; la Chiesa di San Nicola, interessante espressione del gotico fiammingo; il castello dei Conti o Gravensteen.

    Strada dei graffiti a Gand

    Strada dei graffiti a Gand

  • Siamo andate alla scoperta della street art, percorrendo la famosa Werregarenstraatje, la stretta via dei graffiti che divertono e fanno riflettere.
  • Abbiamo fatto shopping lungo Langemunt (assolutamente da non perdere una visita al meraviglioso Tierenteyn-Verlent, un negozietto fuori dal tempo in cui comprare la famosa senape)

    Mercato dei fiori Gand

    Mercato dei fiori Gand

  • Ci siamo godute in diversi momenti la Graslei e la Corenlei, il lungo fiume della città in cui è possibile trovare gli studenti universitari che si godono una birra, turisti che mangiano nelle eleganti terrazze, persone in attesa del battello e i residenti che corrono affaccendati.
  • Ci siamo perse tra le stradine di Patershol, un vivace quartiere che si sviluppa tra affascinanti viuzze medievali e perfetto per una passeggiata alla scoperta di botteghe insolite o per passare una serata: qui c’è l’imbarazzo della scelta tra numerosi ristoranti dalla cucina thai a quella francese.
  • Abbiamo dedicato la domenica mattina ad un tour dei mercatini: abbiamo iniziato con il mercato di Kouter, tra fiori bellissimi e la simpatica abitudine dei locali di concedersi uno street food di ostriche e vino bianco; siamo passate per il mercato dei libri sulla Ajuinlei, per proseguire poi con il mercato delle pulci ai piedi della Chiesa di San Jakobs.

    Castello Gand

    Castello Gand

Cibo e birra a gand

Ecco, veniamo ora al cibo e alla birra, posso assicurarvi che non ci siamo fatte mancare niente: birre belghe, specialità gastronomiche e non troppo sano street food, ma questo argomento merita assolutamente un articolo a parte che potete leggere qui 

Brindisi a Gand

Brindisi a Gand

 

 

 

Alla scoperta di Gand (o Gent) ultima modifica: 2017-06-18T19:26:12+00:00 da rafaroundtheworld

16 pensieri su “Alla scoperta di Gand (o Gent)

    • Raf ha detto:

      Si, ho trovato una bella atmosfera, con più residenti e meno turisti rispetto alla bellissima ma turisticizzatissima Bruges. Grazie per la visita 😉

    • Raf ha detto:

      La città è molto carina e con una vita notturna piacevole, la vedo perfetta come base per i birrifici e le abbazie trappiste….per le specialità che abbiamo provato mi metto subito al lavoro 😉 Grazie per la visita!

    • rafaroundtheworld ha detto:

      Che dire….il camper ha scelto di guastarsi nel posto giusto! 😉
      A dirla tutta anch’io ci sono capitata per una serie di coincidenze (Santa Ryanair e le sue offerte!) e devo dire che mi è piaciuta tantissimo. Grazie per la visita!

  1. Rivogliolabarbie ha detto:

    Ho fatto il mio Erasmus in Belgio e ho visitato tante cittadine ma Gand non sono riuscita a vederla. Uno dei miei rimpianti….il Belgio è un paese che ho nel cuore, non c’è che dire, quindi sono certa che ci sarà un ritorno alla “carramba che sorpresa!” 😉

  2. Lara C ha detto:

    Mi piace leggere di mete spesso sottovalutate o non considerate affatto!
    Gand sembra davvero molto carina e la terrò in considerazione per un viaggio alternativo

Dimmi la tua