Alla scoperta dei pueblos blancos dell’Andalusia: Frigiliana

Quando pensiamo all’Andalusia, oltre all’Alhambra di Granada, alle viuzze del centro storico di Siviglia o alla Mezquita di Cordoba, spesso immaginiamo piccoli villaggi composti da casette bianche, saliscendi, scalini, tante piante e infissi colorati. Bene, questi sono i famosi pueblos blancos, disseminati in tutta la regione con una concentrazione particolare tra le province di Cadice e Malaga tanto da portare alla nascita di un vero e proprio itinerario alla scoperta di questi gioielli.

Oggi vi voglio portare a Frigiliana che, con i suoi 3.000 abitanti, a soli 7 km dal mare e a 45 minuti di macchina da Malaga, è un paesino andaluso davvero pittoresco. Insomma, se siete in viaggio lungo la costa tra Malaga e Granada non potete non fermarvi: la visita non richiede più di un paio d’ore e vi offrirà degli scorci suggestivi sull’entroterra.

Raggiunto il paesino, potete parcheggiare l’auto lungo la strada principale per poi iniziare a salire tra le strette e a volte molto pendenti vie pedonali (in realtà non vi sembrerà possibile ma nella centrale Calle Real ci possono passare, a fatica, anche le auto dei residenti). Una piccola mappa distribuita dall’ufficio turistico locale vi suggerirà un percorso circolare alla scoperta della parte vecchia di questo borgo, in cui le tre culture cristiana, ebraica e musulmana che si sono succedute nei secoli hanno lasciato le loro tracce.

A me piace visitarla all’ora del tramonto (vivo a 10 minuti di macchina da Frigiliana), quando il sole inizia a scendere per lasciare spazio alla brezza che arriva dal mare. Amo perdermi per i suoi vicoletti, armata di macchina fotografica. Spesso decido di prolungare il piacere della visita con una cena, preferibilmente all’aperto, per godere dell’atmosfera del paese e della sua gente. A volte ci vado di giovedì mattina, quando il mercato settimanale anima la piazza principale e i residenti sono affaccendati nella loro routine quotidiana.

Durante l’anno ci sono degli eventi che animano il paesino e attirano moltissime persone dal resto della regione. Il più interessante si tiene l’ultimo fine settimana di agosto ed è il Festival de las 3 culturas: un inno all’integrazione, un evento ricco di concerti, mercatini gastronomici, esibizioni teatrali e l’immancabile Ruta de la Tapa (che è un’iniziativa così diffusa in tutta Andalusia da meritare un post dedicato). Se siete in zona, vi invito a partecipare a questa festa, potrebbe arricchire il vostro viaggio con un’esperienza diversa, lontana dai percorsi turistici più battuti.

frigiliana13

 

 

 

4 pensieri su “Alla scoperta dei pueblos blancos dell’Andalusia: Frigiliana

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...