malaga

5 cose da fare gratis a Malaga

L’avrete capito: ho un debole per Malaga. Sarà che è stata la prima città che mi ha accolto qui in Spagna, sarà per la sua atmosfera magica, sarà che è così facile da girare, ogni volta che posso ci ritorno volentieri.

In questo post, vi ho già raccontato cosa vedere e cosa fare se decidete di trascorrere un po’ di tempo in città. Oggi invece vi spiego perché, se state programmando una visita low cost a Malaga, dovreste cercate di spendere una domenica in questa bellissima città. La domenica infatti molti musei malagueñi aprono le porte ai visitatori senza chiedere biglietto.

Plaza de Toros

Le attività gratuite da non perdere a malaga

  1. Salire al Mirador de Gibralfaro – Per avere una vista privilegiata sul porto e su parte della città, con una breve passeggiata, è possibile raggiungere questa panoramica terrazza che si trova quasi alla fine della salita per il Castillo di Gibralfaro. Sempre popolata da turisti e residenti, la terrazza è un punto privilegiato per vedere i fuochi di artificio e, nei giorni di corrida, si ha la possibilità di spiare cosa accade all’interno della Plaza de Toros.
  2. Visitare il Cac (Centro di Arte Contemporanea) – Questo museo si può visitare gratis ogni giorno dal martedì alla domenica. Oltre alla collezione permanente, ospita sempre interessanti mostre temporanee. La terrazza ospita un piacevole bar. Per farvi un’idea delle mostre temporanee potete consultare il sito ufficiale: http://cacmalaga.eu/
  3. Passeggiare al Mercato di Atarazanas – I mercati gastronomici svelano molto della cultura del posto, ecco perché dovreste perdervi tra i banchi di questo mercato che con i suoi colori si presta a farsi fotografare.
  4. Sulle orme di Picasso – La domenica tra le 16 e le 20 potrete visitare gratuitamente la Casa Natale di Picasso dove sono ospitate delle mostre temporanee dedicate all’artista e alla sua influenza sull’arte del secolo scorso. A pochi passi dalla Casa Natale, anche il Museo Picasso la domenica apre le porte gratuitamente tra le 18 e le 20. Qui il link al sito della casa natale http://fundacionpicasso.malaga.eu/ e qui quello del museo  http://www.museopicassomalaga.org/
  5. Centro Pompidou – Ebbene si, anche Malaga ha il suo Centro Pompidou (o meglio, stiamo parlando della sede staccata dell’illustre istituzione parigina) che grazie al caratteristico cubo di vetri colorati in poco più di 2 anni di apertura è diventato uno dei simboli della città. Potete visitarlo gratuitamente la domenica tra le 16 e le 20. http://centrepompidou-malaga.eu/

Vista da Gibralfaro

Per programmare la vostra visita a Malaga potete visitare il sito ufficiale  http://www.malagaturismo.com/es

5 cose da fare gratis a Malaga ultima modifica: 2017-05-28T21:37:31+00:00 da rafaroundtheworld

7 pensieri su “5 cose da fare gratis a Malaga

  1. titti onweb ha detto:

    Buongiorno!! Mi è piaciuta sì, ma il fascino di certi paesini di quella costa è davvero particolare! Tu quale consiglieresti come piccolo paese con una posizione strategica?

    • Raf ha detto:

      Ciao!!! Capisco il tuo punto di vista, il fatto è che io vivo in uno dei piccolini paesini di cui parli e spesso andare a Malaga è una boccata di ossigeno 😉 Sicuramente ti consiglierei proprio il paese dove vivo, si chiama Nerja e si trova tra Malaga e granada sulla costa. Molti dei miei ospiti (gestisco una piccola struttura ricettiva) scelgono di soggiornare qui e poi alternare giorni di mare tranquilli con visite culturali. Buon pomeriggio!

  2. Oltre le parole ha detto:

    Io provo un amore folle per Malaga! Ci sono andata quasi per spaglio e me ne sono innamorata come non mai. Torno appena posso e adoro soprattutto le zone di Pedregalejo e Palo. Ottimi i consigli legati alle attività gratis che questa città offre la domenica! A me piacque davvero molto l’Alcazaba, visitabile gratuitamente tutte le domeniche pomeriggio (dalle 5 in poi se non erro). Bellissimo post!

    • rafaroundtheworld ha detto:

      Grazie 😉
      Malaga è davvero bella, anche se negli ultimi anni sta cambiando. Sta diventando sempre più turistica e le piccole attività del centro devono lasciare spazio a Starbucks & co. Ogni volta che ci torno vedo differenze rispetto a quando ci ho vissuto 7 anni fa. Speriamo che questa ondata turistica non arrivi a minacciare anche i ristorantini della spiaggia del Palo 😉

    • rafaroundtheworld ha detto:

      Sicuramente Malaga non è paragonabile né a Siviglia, né a Granada o Cordoba per il patrimonio storico artistico, ma è una città viva con un centro storico pedonale molto bello e una suggestiva passeggiata sul porto. Un po’ di tempo glielo dedicherei 😉 Considerando poi che i voli da e per Malaga sono tanti e a buon prezzo, hai un ottimo motivo per tornarci!

Dimmi la tua