Table Mountain

La Table Mountain è il simbolo di Città del Capo. Una montagna che delimita la città con le sue alte pareti rocciose e il verde lussureggiante dei suoi prati. Una montagna quasi sempre coperta da nubi estese e piatte che ricordano una tovaglia. La Table Mountain è un vero e proprio spettacolo della natura. Nel 2011 è entrata a pieno merito tra le sette meraviglie del mondo naturale assieme ad altri 6 posti da sogno (la Baia di Halong in Vietnam, l’Isola di Comodo in Indonesia, la Foresta Amazzonica, l’Isola di Jeju e i tunnel di lava in Corea del Sud, le Cascate Iguazù tra Argentina e Brasile, il Parco Nazionale Puerto Princesa nelle Filippine).

Come arrivare sulla Table Mountain

Vista dai sentieri
Vista dal sentiero circolare

Per salire sulla sommità del plateau ci sono due vie. Come nella vita di ogni giorno, una via è facile ma costosa, mentre l’altra è faticosa ma gratuita.

La via facile prevede di salire con la Cable Car. Una cabinovia in grado di trasportare 65 persone alla volta e che, durante la salita, ruota su se stessa per permettere a tutti di godere del panorama a 360 gradi.

Attenzione però: le code per salire possono essere davvero lunghe! Consiglio vivamente di acquistare il biglietto in anticipo. L’altro consiglio che mi sento di dare è quello di vestirsi con abbigliamento sportivo e calzature adatte alla montagna anche se si opta per prendere la cabinovia. Questa zona è spesso interessata da forti venti e l’impianto potrebbe chiudere all’improvviso. Conseguentemente ti potresti trovare costretto a dover scendere a piedi lungo un sentiero ripido e roccioso.

Mappa della Table Mountain
Mappa della Table Mountain

Proprio questo sentiero, chiamato Platterklip Gorge, rappresenta l’alternativa per coloro che vogliono scegliere la via faticosa per raggiungere il pianoro della Table Mountain. Si tratta di un sentiero di 3 chilometri e circa 960 m di dislivello. Diciamo quindi un percorso piuttosto ripido che richiede dalle 2 alle 3 ore di salita. Il sentiero, ben marcato, risale le pendici di un canalone lungo il versante della montagna che “guarda” verso la città di Città del Capo.

Per gli amanti dei sentieri ci sono anche altre vie più impegnative per salire come, ad esempio, la Skeleton Gorge o i 12 Apostles. Tutte le informazioni per la cabinovia e per la percorribilità dei diversi sentieri possono essere trovate sul sito ufficiale della Table Mountain.

DOVE DORMIRE
Durante il mio viaggio in Sudafrica ho soggiornato due volte a Città del Capo. La prima volta ho prenotato il Parliament Hotel che si trova in posizione centrale per visitare la città ed offre delle belle camere ed un’ottima colazione. La seconda volta invece avevo bisogno di un hotel in zona aeroporto ed ho prenotato il Verde Hotel Cape Town Airport che consiglio per la comodità di essere vicini allo scalo e per il servizio ricevuto

Il percorso circolare sulla cima

Vista dai sentieri
Vista dai sentieri della Table Mountain

Una volta arrivati in cima, il modo migliore per isolarsi dalla folla che si accalca attorno alla stazione della cabinovia è quello di incamminarsi lungo uno dei sentieri della Table Mountain più famosi. Ovvero il percorso circolare, praticamente piano, che percorre la sommità del plateau fino ad arrivare al Maclear’s Beacon (1086 m), il punto più alto della montagna.

GLI INDISPENSABILI 
Per questo viaggio tra Città del Capo e la Garden Route, ci sono state delle cose di cui non ho potuto fare a meno: 
– il mio zaino Ferrino da 60 litri
– la guida Cape Town & the Garden Route della Lonely Planet disponibile solo in inglese e The Rough Guide of Cape Town & the Garden Route sempre in lingua inglese
– le mie scarpe da trekking Tx4 La Sportiva

Da qui, il ritorno alla cabinovia avviene lungo la cresta della montagna che si affaccia verso Cape Town. Il sentiero è molto panoramico poiché in questo tratto percorre i famosi salti di roccia lungo i quali è possibile avere delle splendide vedute sulla città, su Robben Island e su Table Bay.

L’intero circuito richiede tra le 2 e le 3 ore per essere percorso.

Signal Hill visto dalla Table Mountain - Cape Town
Signal Hill visto dalla Table Mountain – Cape Town

Se ti appassiona il trekking e vuoi lasciarti inspirare, scopri i 5 trekking all’estero che sogno di percorrere

PER APPROFONDIRE
Ho scritto diversi articoli sul mio viaggio in Sudafrica. Questi sono quelli che parlano delle città visitate e dei trekking percorsi:
La mia prima Africa: itinerario di un mese tra Sudafrica e Namibia
Viaggio in Sudafrica: il mio itinerario lungo la Garden Route
Un giorno al Capo di Buona Speranza: trekking e panorami mozzafiato
Passeggiando sui sentieri della Table Mountain a Città del Capo
Trekking nella Robberg Nature Reserve in Sudafrica
Città del Capo, odi et amo: consigli di viaggio in una città ricca di contrasti

6 commenti

  1. Io sono salita con la cable car. Poi abbiamo fatto una passeggiata in cima. Molto bello

  2. Le foto sono davvero evocative! Non è un viaggio che ho in programma per il prossimo futuro, ma con post così sembra già di averne un assaggio!

  3. Che spettacolo…Se mai ci andrò, non mi farò di certo sfuggire questo percorso! Il Sudafrica è un paese che mi affascina molto, non solo a livello turistico e naturalistico ma anche per la sua storia. Ricordo che lo chiamano “il paese arcobaleno” 🙂

    1. Il Sudafrica è un Paese interessante, pieno di contrasti e con un territorio magnifico.

  4. Oh certo! Ne sono diventata una stalker 😉

  5. ho adorato la Table Mountain! hai visto la procavia del capo?

Dimmi la tua

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.