Il mio Grand Tour

Tradizione del XVII secolo, il Grand Tour era il viaggio che i giovani “educandi” europei intraprendevano in Italia per visitare le bellezze artistiche del nostro Paese.

A qualche secolo di distanza, anch’io ho deciso di organizzare il mio personale Grand Tour in Italia per colmare alcune ingiustificabili mancanze nel mio bagaglio artistico e culturale. In verità il mio viaggio sarebbe meglio definibile come “Grand Sud” visto che si è focalizzato soprattutto su questa bellissima parte del nostro Paese.

Il mio Grand Tour è iniziato a Milano il 20 novembre dove sono arrivata con un volo Easyjet da Malaga e terminato a Roma il 19 dicembre da dove sono ripartita con un volo Ryanair che mi ha riportato a Malaga. Nel mezzo ci sono stati treni, traghetti, macchine a noleggio, b&b bellissimi, hotel discutibili, cibi deliziosi e mete indimenticabili.

Milano è stata il punto di partenza forzato visto che già avevo i biglietti per assistere al concerto di Bob Dylan al Teatro degli Arcimboldi, ma mi ha dato la possibilità di visitare l’Hangar Bicocca e l’installazione I sette palazzi celesti di Kiefer che sicuramente merita un post dedicato.

Un breve soggiorno a Roma per visitare alcuni cari amici e poi destinazione Napoli, dove ho speso 6 giorni scoprendo una città e una cucina incantevoli. Ho scelto di fare base fissa a Napoli e di muovermi in giornata per visitare Ischia e la Reggia di Caserta, mentre ho preferito passare una notte a Capri per assaporare la versione autunnale di questo paradiso.

Da qui sono arrivata a Sorrento e quindi sulla costiera amalfitana dove ho noleggiato un’auto e ho passato cinque giorni alloggiata in un appartamento in affitto ad Amalfi, posizione strategica per visitare poi il resto delle località, inclusa una capatina ad Ercolano e al cratere del Vesuvio. Anche qui la bellezza dei posti merita essere raccontata in post dedicati.

Salutata la costiera amalfitana, mi sono diretta in Cilento dove, con base ad Agropoli, ho visitato Paestum e Castellabate e fatto incetta di mozzarelle di bufala. Un basso Cilento deserto mi ha fatto prendere la strada della Basilicata. Qui ho visitato Matera e i suoi Sassi.

A questo punto è stato del tutto naturale prendere la via della Puglia: l’Alta Murgia, Castel del Monte e Altamura mi hanno accolto con uno splendido sole. Da qui, ho deciso di alloggiare ad Ostuni e di visitare con escursioni giornaliere il Salento e la Val d’Itria.

Si sa che quando si viaggia il tempo corre e dopo quasi un mese di viaggio è ora di tornare al lavoro, ci si rimette in cammino, destinazione Aeroporto di Fiumicino, ripercorrendo Basilicata e Campania con due soste speciali: la prima nel Vulture e la seconda a Salerno alla scoperta delle luminarie natalizie.

Italia quanto sei bella! 

 

 

 

 

 

7 pensieri su “Il mio Grand Tour

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...