Viaggio in Perù

Il mio viaggio in Perù: itinerario classico di un mese

Quando penso al mio viaggio in Perù mi vengono in mente principalmente tre cose: i paesaggi naturali così magici e così diversi tra loro, i colori delle stoffe così vivaci e il sorriso della gente. Mai come in Perù sono riuscita ad entrare in contatto con i locali e a scoprire un popolo curioso, ospitale e di un’allegria contagiosa.

come ho organizzato il mio viaggio in Perù

viaggio in perù

Il Perù e i suoi fantastici abitanti

Il Perù è stato il primo Paese del Sudamerica che ho visitato. Il mio viaggio in Perù è durato un mese in cui ho visto tantissimi posti così diversi tra loro, ho fatto trekking, mi sono persa tra le rovine Inca e ho realizzato uno dei miei sogni: vedere Macchu Picchu. Tutto il viaggio è stato organizzato da me dal volo agli alloggi, i mezzi pubblici li ho prenotati sul posto e mi sono servita di operatori locali specializzati solo per l’organizzazione dei trekking.

Ho viaggiato in Perù tra novembre  e dicembre e, dato che è un paese molto vasto, in un mese ho trovato un clima caldo e a tratti soffocante (Lima, Paracas, Ica, Arequipa), un’escursione termica notevole tra il giorno e la notte (Lago Titicaca, Cusco, Valle Sacra) e tanta tanta pioggia (Salkantay Trek e Macchu Picchu).

Per i miei spostamenti ho sempre optato per i mezzi pubblici, principalmente bus o colectivos (dei transfer in minibus o furgoncini organizzati da privati che coprono le tratte minori). Certamente le distanze sono piuttosto lunghe, i bus non sono granché comodi (soprattutto per me che sono alta) ma in compenso sono relativamente sicuri. Organizzandosi con qualche piccolo accorgimento, il tragitto in bus può diventare perfino divertente. L’unico volo interno che ho preso è stato per rientrare da Cuzco a Lima.

Ho sempre dormito in piccoli hotel a conduzione familiare (di quello ad Arequipa ve ne ho parlato qui). A Cuzco, Ica, Paracas e Aguascalientes ho dormito in hostales più o meno accoglienti, tutti sempre molto centrali e ad un prezzo conveniente. Durante i trekking  al Canyon del Cotahuasi e al Salkantay ho dormito in campeggio.

Dal centro al Sud al Centro : il mio itinerario in Perù

Arrivo a Lima

Viaggio i Perù: Il quartiere Miraflores a Lima

Viaggio in Perù: Il quartiere Miraflores a Lima

Ho passato a Lima i primi due giorni di viaggio. Per il mio primo contatto con la tentacolare metropoli di Lima, ho deciso di prenotare un alloggio nel quartiere di Miraflores che offre spettacolari viste sull’Oceano Pacifico e che con i suoi parchi e le sue architetture ha occupato la mia prima giornata di visita. Preso poi un po’ di coraggio, ho proseguito la scoperta della capitale con la visita del Museo Nazionale di Archeologia e del Museo Larco. Ma tutti i dettagli li troverete in un post dedicato.

La regione di Ica

Viaggio in Perù - Deserto di Paracas

Viaggio in Perù: Riserva Naturale di Paracas

Il Perù è grande e non c’è molto tempo da perdere, zaino in spalla ho lasciato Lima e mi sono spostata nella regione di Ica.

Qui ho dedicato una prima sosta alla Riserva Naturale di Paracas, un’area desertica molto interessante. Da qui è possibile fare due escursioni degne di nota. La prima escursione vi porterà nel deserto a vedere le suggestive spiagge di sabbia colorata che si affacciano sull’Oceano e altre zone di interesse di questo deserto. La seconda escursione, in barca, vi porterà nel magnifico mondo delle Isole Ballestas, un paradiso per uccelli, leoni marini e pinguini.

Viaggio i Perù: Gli abitanti delle Isole Ballestas

Viaggio in Perù: Gli abitanti delle Isole Ballestas

La seconda sosta può essere fatta nella città di Ica con un’escursione all’oasi di Huacachina. Situata a poca distanza da Ica intorno a una pozza naturale nel deserto e circondata da dune sabbiose, è una destinazione popolare per gli amanti del sand boarding. Io mi sono limitata ad un’escursione su di una sand buggy e devo dire che è stato divertente.

L’ultima tappa in questa regione mi ha portato a Nazca per vedere le misteriose Linee di Nazca. Qui però ho rinunciato a sorvolare le linee con un volo privato visto il prezzo e le condizioni dei velivoli. Mi sono limitata a salire  su una torre lungo la Panamericana dalla quale era possibile vedere una delle famose linee.

La regione di Arequipa

Lasciato il deserto, mi sono riposata un po’ nella multicolore Arequipa, una città che con la sua autenticità mi ha conquistato fin dal primo momento. Il centro, il quartiere di Yanahuara dove alloggiavo (troverete qui maggiori dettagli) e il convento di Santa Catalina sono stati i luoghi dove ho trascorso il mio tempo in città.

Viaggio i Perù: Convento di Santa Catalina - Arequipa

Viaggio in Perù: Convento di Santa Catalina – Arequipa

Da qui, 12 ore di bus su strada sterrata mi hanno portata a Cotahuasi, il punto di partenza per un trekking di 5 giorni che mi ha permesso di scoprire un fantastico mondo lontano dal turismo di massa.

La regione di Puno

Da Cotahuasi, altre 18 ore di bus mi portano a Puno, ai confini con la Bolivia e al fantastico Lago Titicaca dove ho avuto il privilegio di passare una notte sull’Isola Taquile ospitata da una famiglia locale. Vi racconto questa bellissima esperienza in un post dedicato: https://rafaroundtheworld.com/2018/01/21/visitare-lago-titicaca-taquile-amantani/

Viaggio in Perù: Lago Titicaca

Viaggio in Perù: Lago Titicaca

Cuzco, la Valle Sacra e Macchu Picchu

Viaggio i Perù: La bellissima Cuzco

Viaggio in Perù: La bellissima Cuzco

I giorni passano e l’attrazione principale del viaggio si avvicina. Niente mal di montagna, solo tanta voglia di visitare questa terra così speciale.

La città di Cusco mi conquista e le dedico una visita attenta a tutti i suoi quartieri interessanti. Mi prendo del tempo per organizzare il trekking che mi porterà a Macchu Picchu e provo anche alcuni buonissimi ritoranti.

La sua Valle Sacra mi fa scoprire dei luoghi meravigliosi: Sacsayhuamán, Qenqo, Puca Pucará e Tambomachay nelle immediate vicinanze di Cusco. Pisac, Moray, Maras nei dintorni.

Fare questo viaggio in Perù per me è come vivere in un sogno che trova la sua massima espressione nel Salcantay Trek, un percorso di 5 giorni a piedi che mi avvicina a Machu Picchu e di cui vi ho raccontato qui: https://rafaroundtheworld.com/2016/10/15/salkantay-trek/

Viaggio in Perù: Salkantay Trek

Viaggio in Perù: Salkantay Trek

Eccoci quindi arrivata al gran finale. Terminato il trekking che mi ha portato ad Aguascalientes, non mi rimane che una notte e un’alzataccia all’alba per percorrere il sentiero in salita che mi porta alla magia di Macchu Picchu. Qui, sotto la pioggia, posso visitare quello che è stato un sogno per me fin da piccola e al quale certamente dedicherò un post.

Viaggio in Perù: Machu Picchu

Viaggio in Perù: Machu Picchu

Di ritorno a Lima

Arriva il momento di tornare, Lima mi ospita ancora per due notti, questa volta nella centrale Plaza de Armas prima di riprendere la rotta verso la Spagna. Purtroppo un virus mi costringe a restare chiusa in hotel senza poter visitare il centro di questa metropoli.

alcune considerazioni sul mio viaggio in Perù

Il Perù è un paese molto vasto. Il mio viaggio di un mese non mi è bastato per fare un giro completo del Perù dal Sud al Nord. Essendo la prima volta in questo paese mi sono concentrata su un itinerario piuttosto classico, aggiungendo come particolarità solo il trekking al Canyon di Cotahuasi.

Una postilla a parte lo merita la cucina peruviana che ha saputo davvero lasciarmi a bocca aperta. Prima di partire ero consapevole che questa cucina avesse un’ottima fama, ma non mi sarei immaginata una varietà di prodotti e di sapori incredibile. Dal mio viaggio in Perù mi sono portata anche nuove conoscenze culinarie: la quinoa, il ceviche e patate di tutte le forme e i colori. Qui vi racconto quali sono i miei piatti preferiti: https://rafaroundtheworld.com/2018/02/19/i-piatti-della-cucina-peruviana/

Viaggio in Perù: Varietà di peperoncini peruviani

Viaggio in Perù: Varietà di peperoncini peruviani

Il mio più grande rammarico (da brava montanara) è quello di non essere stata a fare trekking sulle meravigliose montagne della Cordillera Blanca, ma il periodo non era davvero dei migliori per escursioni di questo tipo: avrei trovato freddo, neve e maltempo rischiando di non riuscire nemmeno a vedere le cime. Non sono nemmeno andata nella zona dell’Amazzonia, cosa che mi sarebbe davvero piaciuta, ma visto i tempi necessari per gli spostamenti, ho deciso di rinunciarci per non affrettare troppo il viaggio. Vorrà dire che ci tornerò per finire di vedere tutto.

Hasta luego Perù!

Il mio viaggio in Perù: itinerario classico di un mese ultima modifica: 2016-10-02T18:57:46+00:00 da rafaroundtheworld

25 pensieri su “Il mio viaggio in Perù: itinerario classico di un mese

    • rafaroundtheworld ha detto:

      Paese splendido! Purtroppo non ne sono ancora riuscita a scrivere molto: mi hanno rubato la macchina fotografica e non ho foto del viaggio. 🙁
      Non mi piace usare foto che trovo online, ma mi sa che dovrò farlo 😉

  1. Erica ha detto:

    Wow! Che colori e che atmosfere! Il Perù (e in generale il sud America) non è in cima alla mia wishlist (a parte il Belize, quando avrò fatto il brevetto per sub) ma dalle tue foto sempre molto affascinante.

  2. Alessia ha detto:

    Il Perú chiama la mia attenzione da un pò… Purtroppo non avrò mai 1 mese di ferie da dedicargli…dovrò trovare il modo di condensare tutto in 15 giorni 🙂

Dimmi la tua